il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Dibattito che ripercorre due decenni di giustizia e cambiamenti normativi

Vent´anni dalla morte di Valeria Mastrojeni

Stampa
Il 20 giugno del 1997 Valeria Mastrojeni veniva uccisa da un’auto lanciata a folle velocità in una via di Messina, mentre stava rientrando a casa insieme al fratello.
Nel ventennale della sua tragica morte, martedì 20 giugno, si terrà nel Salone delle Bandiere a Palazzo Zanca, con inizio alle 15.30 un dibattito che ripercorre due decenni d’impegno per la giustizia e per avviare profondi cambiamenti sia nella normativa che nella società.

20 giugno 1997-20 giugno 2017. Valeria Mastrojeni, 20 anni d’impegno per la prevenzione e la giustizia” è il titolo del convegno promosso dall’AIFVS (Associazione Italiana Familiari e Vittime della strada) e dal Centro Studi Valeria Mastrojeni, con il Patrocinio del Ministero della Giustizia, dell’Ars, dell’Università di Messina, della Città Metropolitana di Messina e del Comune di Messina.
Proposte di legge, audizioni in commissioni parlamentari, partecipazione a consulte sulla sicurezza stradale, convegni, ma anche manifestazioni in piazza e sit-in nei Tribunali: sono stati 20 anni di impegno a tutto campo. Tra i principali risultati: la patente a punti, l'uso del casco, il patentino per il ciclomotore, la riduzione del tasso di alcolemia e il graduale innalzamento delle sanzioni, sino alla recente riforma del cosiddetto omicidio stradale e alla direttiva europea sul rispetto dei diritti delle vittime di reato. Un impegno a tutto campo che ha visto Messina in prima linea sin dall'inizio, a seguito dell'uccisione di Valeria. Molto resta ancora da fare, soprattutto per la prevenzione, da qui la decisione di organizzare un evento per ricercare insieme quei cambiamenti che interessino il nostro territorio e presentare il progetto di un'opera da collocare nel luogo in cui Valeria ha perso la vita: un segno tangibile di un percorso di cambiamento che onora la città.
Dopo i saluti del sindaco Accorinti e del Presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone seguiranno gli interventi dei relatori. Salvatore Mastrojeni, Gip del Tribunale e Rodolfo Nesci, avvocato AIFVS interverranno su “Giustizia e società”. La docente di bioetica Marianna Gensabella si soffermerà sull’Etica nell’impegno umano, mentre il docente di comunicazione e giornalismo Francesco Pira affronterà il tema “Fare mobilitazione sociale: il ruolo della comunicazione” ed il direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Giancarlo De VeroAffermare la responsabilità per promuovere il cambiamento”. Di Scuola e Territorio parlerà Carmela Maria Lipari, dirigente scolastico ISS “Caminiti-Trimarchi” di Santa Teresa di Riva, mentre il vicesindaco di Messina Gaetano Cacciola interverrà sul tema “Ricordare per cambiare”.
Il caso di Valeria Mastrojeni sarà tracciato dalla giornalista Rosaria Brancato ed a concludere i lavori sarà la Presidente dell’AIFVS Giuseppina Cassaniti Mastrojeni.
Collaborano all’evento:
Croce Rossa Italiana, CAM, la compagnia teatrale Unallannu, Cesv, Legambiente, CTG, Centro Studi Diodoro, Associazione Mogli Medici Italiani sezione di Messina, Aido Milazzo, Rotaract Club Messina, Lions Club Messina Host, Kiwanis Rometta-Antonello da Messina.
venerdì 16 giugno 2017


    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 23
    17°-12°
    mar 24
    22°-17°
    mer 25
    22°-16°
    gio 26
    19°-13°
    ven 27
    19°-13°
    sab 28
    21°-13°