il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Si conclude con un deludente pareggio senza reti l'ultima apparizione di un 2018 da dimenticare per i biancoscudati.

Il Messina non sfonda: il Rotonda strappa un punto

Stampa
Si conclude con un deludente pareggio senza reti l'ultima apparizione di un 2018 amaro per il Messina. Dopo una prima frazione povera di opportunità, i peloritani alzano i ritmi nella ripresa, andando vicini alla rete del vantaggio in più di una circostanza. Il Rotonda, però, si chiude e resiste a fatica, riuscendo comunque a portare a casa un punto e ad uscire indenne dal Franco Scoglio. 

EQUILIBRIO - Ultima sfida di una anno burrascoso e turbolento per un Messina che vive uno dei momenti più complicati della sua storia calcistica. Al Franco Scoglio arriva il Rotonda, appaiata in fondo alla classifica. Una ghiotta opportunità per i biancoscudati per dare continuità al successo di pochi giorni fa con il Castrovillari e chiudere il 2018 in modo quanto meno dignitoso. Novità tra i pali per la compagine di mister Biagioni, il quale si affida a Meo a causa del forfait di Barbera che obbliga dunque il tecnico a stravolgere il pacchetto under scegliendo il portiere classe 2000 al posto del fin qui convincente Laurencon. Confermata la linea difensiva a tre intravista nel recente impegno con Sambinha, Zappalà e Ferrante. Tanta densità a centrocampo con il capitano Genevier a dettare i tempi delle giocate, supportato da Amadio e Selvaggio; Biondi e Janse sulle corsie esterne. In avanti Arcidiacono e Tedesco. Incoraggiante avvio dei siciliani, buoni ritmi e buon movimento della palla. La prima vera chance capita nei piedi di Genevier, il quale prova una conclusione da buona posizione che non sortisce però il giro sperato e si perde in out. Dopo un inizio di gara di ottimo livello, l'incontro entra in una fase di stallo, in cui prevale l'equilibrio. Poche le occasioni da ambo le parti e match che si trascina su questi binari fino al duplice fischio. Fasi finali della prima frazione animate da due iniziative di Arcidiacono, fermato in entrambi i casi per fuorigioco. 

FORCING - Biagioni propone un cambio nella seconda frazione, con Catalano che rileva Selvaggio. Non cambia nulla sul piano tattico, con il neo entrato che si posiziona sulla corsia esterna e Biondi che scala ad agire da mezzala. E' il solito Arcidiacono ad accendere la luce con un'accelerazione che costringe la retroguardia ospite a rifugiarsi in corner. Il Messina fa la partita e quando cerca di velocizzare crea anche iniziative interessanti. Manca però la giusta cattiveria negli ultimi venti metri che non consente ai biancoscudati di sbloccare il punteggio. A rendersi pericolo è Sambinha, bravo a proiettarsi in avanti e a farsi trovare pronto su un traversone, su calcio da fermo di Catalano: il suo stacco è però impreciso. I padroni di casa premono e alzano il ritmo, mettendo alle corde i biancoverdi, chiusi nella difensiva e stretti nella propria metà campo. Ci provano prima Arcidiacono e poi Catalano ma i loro tentativi sono respinti dal muro difensivo ospite. Al 28' si rivede al Franco Scoglio un grande ex, Totò Cocuzza, oggi nelle fila del Rotonda, chiamato a rilevare Santamaria. A dieci dal termine è Biondi ad avere il pallone dell'1-0 su traversone del solito Catalano, ma il centrocampista giallorosso esalta i riflessi di Oliva, bravo a superarsi e ad inchiodare il risultato. Sugli sviluppi del corner successivo è Ferrante a trovare il tempo giusto per colpire di testa, sfiorando di un niente il palo. Biagioni gioca il tutto per tutto, aumentando il peso offensivo e lanciando Cocimano al posto di Janse. Il Messina colleziona calci d'angolo e continua a premere per il forcing finale. Il Rotonda però resiste e porta a casa un pareggio fondamentale. Ai peloritani non resta che l'amarezza per i tanti tentativi non sfruttati e la speranza di un 2019 di tutt'altra faccia che possa far dimenticare presto l'annata da incubo appena vissuta. 

MESSINA 0 
ROTONDA 0 

MESSINA (3-5-2): Meo; Sambinha, Zappalà, Ferrante; Biondi, Amadio, Genevier, Selvaggio (Catalano al 3' s.t.), Janse (Cocimano dal 40' s.t.); Arcidiacono, Tedesco. (Lourencon, Bossa, Carini, Ba, Traditi, Lundqvist, Aldovrandi). All. Biagioni. 

ROTONDA Oliva, Marigliano, Nicolao, Chiavazzo, Silletti, Pastore, Zappacosta (Valori dal 42' p.t. e Taccogna dal 14' s.t.), Ostuni, Flores, Talia (Granata dal 24' s.t.), Santamaria (Cocuzza dal 28' s.t.). (Gonzales, Capristo, Tucci, Gallardo, Orlando). All. Baratto. 

ARBITRO Sig. Ubaldi di Roma 1. 
NOTE Ammoniti Zappalà, Sambinha, Taccogna, Flores, Granata, Arcidiacono. Corner 10-4 Recupero 1' e 5'.
domenica 23 dicembre 2018

Carmelo Previti

    Vai a pagina
    segui il meteo
    dom 21
    20°-11°
    lun 22
    21°-12°
    mar 23
    23°-11°
    mer 24
    22°-12°
    gio 25
    22°-12°
    ven 26
    24°-13°