il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Qualità e bel gioco. Rosafio e Ragosta illuminano il pomeriggio del Franco Scoglio. Difesa da rivedere nel primo tempo.

Messina - Palazzolo, mentalità vincente

Stampa
Solita storia, stesso Messina. Bello, feroce, vincente. Una squadra che tra le mura amiche riesce sempre a tirare fuori il meglio attraverso il suo gioco, ad esprimersi con naturalezza ed efficacia. Nel recupero con il Palazzolo arrivano altri tre punti importanti, utili ad affrontare con la giusta mentalità questo finale di stagione. Un successo netto, cercato e maturato con pazienza, lucidità e anche con qualche rischio. Primo tempo equilibrato, i biancoscudati fanno la partita e conducono la gara. Gli ospiti attendono e giocano di rimessa, riuscendo a fronteggiare degnamente un avversario di maggior qualità con ripartenze rapide che creano più di un grattacapo alla retroguardia peloritana. Nella ripresa la compagine di mister Facciolo (voto 6) prende il sopravvento, imposta il match sui propri ritmi e mette i gialloverdi alle corde, producendo tanto ma sprecando altrettanto, fino alla rete del cobra che chiude definitivamente i giochi. 

Rinaldi 7 Chiamato in causa già con l’Ercolanese per le assenze forzate di Prisco e Meo, riesce ad ottenere la conferma dal primo minuto anche contro il Palazzolo. Fiducia ripagata. Prestazione di livello, sicuro nelle uscite palla a terra, provvidenziale con alcuni interventi salva risultato soprattutto nella prima frazione. Secondo tempo di ordinaria amministrazione.

Lia 6 Tanta corsa e continue sovrapposizioni a creare superiorità numerica sulla corsia esterna destra. Meglio in fase offensiva.

Bruno 5,5 Risente della non perfetta prestazione del reparto arretrato nella prima parte di gara, quando la difesa giallorossa viene presa di infilata in più di una circostanza dalle ripartenze avversarie. 

Cassaro 5,5 Non posizionato benissimo nella rete del pareggio ospite. Gara da rivedere. Da migliorare certamente determinati meccanismi. Offre maggiori garanzie sulla corsia sinistra, nella ripresa, dopo l’uscita dal campo di Inzoudine.

Inzoudine 5,5 Ha sulla coscienza quel contropiede fatale. Sale in ritardo scegliendo male il tempo d’uscita e spalancando la strada agli attaccanti di Anastasi. Decisamente migliore la sua prova in zona offensiva, dove con le sue discese ed accelerazioni porta imprevedibilità. Nella ripresa lascia spazio a Manetta (voto 6), il quale offre copertura e maggiore solidità al pacchetto difensivo.

Lavrendi 6 Solita gara di grande sacrificio e corsa. Lotta e recupera palloni in mezzo al campo ma sbaglia tanto in fase realizzativa, quando in più di una circostanza avrebbe l’occasione giusta per pungere.

Migliorini 6,5 Il metronomo del Messina. Ormai pienamente recuperato dopo un lungo stop per infortunio, prende per mano la squadra e detta tempi e ritmi alle giocate. Dai suoi piedi passano buona parte dei pericoli creati dai peloritani.

Iudicelli 6 Schierato a sorpresa da Facciolo, sia per i tanti impegni ravvicinati, sia per i tanti giocatori in diffida in mezzo al campo. Sfrutta bene la chance concessa, offrendo assistenza ai compagni e partecipando alla fase di impostazione dell’azione. Si fa vedere anche dalle parti di Ferla con alcune conclusioni dalla distanza. Ottimo profilo, con buoni margini di crescita. A metà ripresa spazio a Cozzolino (voto 6), di nuovo in campo dopo il riposo di giovedì per un affaticamento. Entra bene in partita, mettendosi a disposizione dei compagni e agevolando la rapidità della manovra. 

Rosafio 7,5 Forse il migliore in campo. Riprende pieno possesso del suo ruolo di competenza, la corsia esterna destra d’attacco, e si mette in luce con giocate di categoria decisamente superiore. Suo il suggerimento per Mascari che vale il vantaggio, prima della soluzione personale dalla distanza per il raddoppio. Doppia cifra raggiunta. Nel finale spazio per Bossa (senza voto).

Mascari 6,5 Col Palazzolo ci ha preso gusto. Dopo le due realizzazioni nella gara di andata, la giovane punta del Messina si ripete anche al ritorno con un facile tap-in sottoporta. Secondo gol consecutivo dopo quello messo a segno nell’incontro di Giovedì con l’Ercolanese. Con i novanta minuti non ancora nelle gambe, a mezz’ora dal termine lascia il campo a Stranges (voto 6), attivo e presente in zona offensiva con buoni spunti che però non riesce a concretizzare a pieno.

Ragosta 7 Il cobra morde ancora. Match di grande spessore anche contro il Palazzolo, tanta sostanza e qualità al servizio della squadra. Dai suoi piedi parte la splendida giocata che manda Rosafio e Mascari davanti al portiere avversario per il vantaggio. Chiude i conti nella ripresa con un pregevole pallonetto.
giovedì 5 aprile 2018

Carmelo Previti

    Vai a pagina
    segui il meteo
    mer 19
    28°-25°
    gio 20
    28°-22°
    ven 21
    30°-25°
    sab 22
    30°-26°
    dom 23
    29°-25°