il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

I biancoscudati sprecano tanto ma conquistano tre punti importanti. Il Palazzolo dura solo un tempo.

Messina padrone: il Palazzolo si arrende.

Stampa
Il Messina conquista tre punti importanti e fa suo il recupero contro il Palazzolo. Netta la superiorità dei biancoscudati , a segno con l’intero tridente offensivo. Gli ospiti durano solo un tempo.

BOTTA E RISPOSTA - Si scende in campo per il recupero della ventisettesima giornata. Al Franco Scoglio arriva il Palazzolo di Giuseppe Anastasi, chiamato a rivitalizzare un ambiente in piena zona play out. Il Messina prova a dare continuità al successo sull’Ercolanese per onorare al meglio il finale di stagione. Mister Facciolo sorprende con qualche scelta, dettata soprattutto dagli incontri ravvicinati. In mezzo al campo chance per Iudicelli al fianco di Migliorini e Lavrendi. In avanti occasione per Mascari dopo la rete di pochi giorni fa. I padroni di casa prendono subito in mano il pallino del gioco, mantenendo il possesso e dimostrando le proprie abilità nel palleggio. Gli ospiti aspettano e cercano prevalentemente di contenere le sortite offensive biancoscudate, puntando sulle ripartenze. Il Messina però in verticale fa male e al primo taglio Ragosta spalanca la porta a Rosafio il quale non si fa ingolosire dall’opportunità di battere a rete e serve Mascari, meglio piazzato, per il vantaggio. I ragazzi di Anastasi non accusano il colpo e reagiscono immediatamente. Inzoudine sbaglia il tempo, la trappola del fuorigioco non scatta e il Palazzolo punge con Grasso che riporta il punteggio in equilibrio. I biancoscudati non si scompongono e riprendono a condurre la gara facendosi pericolosi con Lavrendi e ancora con un inspirato Mascari, ma si espongono agli attacchi avversari, bravi a creare superiorità numerica e ad impensierire Rinaldi in più di una circostanza. Premono i peloritani fino al controsorpasso firmato Rosafio, ottimo a procurarsi lo spazio giusto e a trafiggere Ferla con un sinistro vincente. Doppia cifra raggiunta per l’esterno. Nel finale di tempo altra risposta di Rinaldi su botta da pochi metri che consente ai suoi di chiudere avanti la prima frazione.

SENSO UNICO - Stesso copione del primo tempo anche nella ripresa. Il Messina fa la gara, gli ospiti attendono e provano ad incidere affidandosi alle azioni di ripartenza. I padroni di casa creano ma sprecano tanto e non riescono a chiudere l’incontro prima con Iudicelli, poi con Lavrendi. A metà ripresa Facciolo manda in campo Stranges al posto di un ottimo Mascari, riproponendo così Rosafio nel ruolo di punta centrale. Il Palazzolo resta in partita nonostante il forcing portato dai biancoscudati. A dieci dal termine arriva il tanto cercato 3-1, la rete che chiude la pratica. A segno va il cobra Ragosta, al suo ottavo gol stagionale, con un pregevole pallonetto che scavalca Ferla. Il Messina amministra e non rischia nulla fino al triplice fischio del direttore di gara, riuscendo ad avere la meglio sui gialloverdi dopo una prestazione convincente.

MESSINA 3
PALAZZOLO 1
MARCATORI Mascari (M) al 13’ p.t.; Grasso (P) al 16’ p.t.; Rosafio (M) al 36’ p.t.; Ragosta (M) al 37’ s.t.

MESSINA (4-3-3): Rinaldi; Lia, Bruno, Cassaro, Inzoudine (Manetta dal 24’ s.t.); Iudicelli (Cozzolino dall’11’ s.t.), Migliorini, Lavrendi; Rosafio (Bossa dal 38’ s.t.), Mascari (Stranges dal 17’ s.t.), Ragosta. (Meo, Barbera, Bucca, Balsamà, Carini). All. Facciolo.

PALAZZOLO (4-2-3-1): Ferla; Boncaldo (Riela dal 38’ s.t.), Ricca, Gorzlewsky, Fichera; Doda, Filicetti, Porto, Grasso (Dezai dal 28’ s.t.), Carpinteri (Pelosi dal 14’ s.t.); Furnò (Piemonte dal 23’ s.t.). (Aglianò, Quarto, Raimondi, Mollica, Butera). All. Anastasi.

ARBITRO Sig. Acampora di Ercolano.

NOTE Ammoniti Ricca, Boncaldo, Inzoudine, Deziai. Corner 11-3 Recupero 0’ e 4’.
mercoledì 4 aprile 2018

Carmelo Previti

    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 23
    14°-6°
    mar 24
    13°-5°
    mer 25
    9°-7°
    gio 26
    10°-7°
    ven 27
    11°-7°