il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Al Franco Scoglio in scena il recupero della ventisettesima giornata.

Messina - Palazzolo, finale da onorare

Stampa
Si ritorna in campo. Neanche il tempo di smaltire i postumi del pranzo pasquale che il Messina è subito chiamato a calcare nuovamente il terreno di gioco del Franco Scoglio, a pochi giorni di distanza dal successo sull'Ercolanese. In riva allo Stretto arriva il Palazzolo per il recupero della ventisettesima giornata. Sarà il terzo impegno in poco più di una settimana per i biancoscudati, costretti ad un ulteriore sforzo a livello fisico e mentale per affrontare al meglio una squadra ostica, in lotta per non retrocedere e in crescita nelle ultime apparizioni stagionali. Il Messina, dal canto suo, vuole onorare questo finale di torneo. “Le partite ravvicinate non devono spaventarci – afferma mister Facciolo in sala stampa nella presentazione della sfida di domani – dobbiamo farci trovare pronti ed essere in grado di saper gestire questi momenti. Contro l'Ercolanese abbiamo sofferto il primo caldo e forse questo aspetto ha influito sul nostro rendimento in campo, togliendoci la lucidità e i ritmi a cui siamo abituati”. Con l'obiettivo play off ormai svanito, i peloritani affrontano l'ultimo mese di stagione senza particolari pretese e con un pizzico di spensieratezza in più, cercando però sempre di giocare il proprio calcio ed imporre la propria supremazia contro qualsiasi avversario, con un occhio al sesto posto. 

PALAZZOLO - Una gara da non sottovalutare. La classifica non deve ingannare. Il Palazzolo ha di fronte sei finali e proverà di tutto pur di centrare una salvezza diretta, ad oggi non semplicissima. Il cambio al timone su una nave che sembrava allo sbando, l'arrivo in panchina di Giuseppe Anastasi, il pareggio sul campo della capolista Vibonese nell'ultimo turno e la cattiveria agonistica intravista sono tutti segnali da non trascurare. Un risultato positivo, che da morale ad un gruppo piazzato momentaneamente in quartultima posizione con il secondo peggior attacco (25 reti all'attivo di cui 15 in trasferta). Nel girone di ritorno i gialloverdi hanno collezionato appena 5 punti, l'ultimo dei quali arrivato proprio in Calabria, giovedì scorso. “Mi aspetto una squadra simile a quella di Vibo. – prosegue il tecnico del Messina Michele Facciolo – Verranno qui a giocarsi le loro carte, provando a pungere e a far male in velocità e in ripartenza.” Sei finalissime, a partire da domani, per provare a riaccendere la lotta nelle zone basse di classifica e arrivare ad un successo che manca ormai da ben 15 gare, esattamente da Novembre scorso, nella sfida esterna con il Gela. 

FORMAZIONE - Un finale da onorare. Tra rientri e situazioni da monitorare. Un finale per dare continuità al percorso di crescita fin qui avviato e gettare le basi per la prossima stagione. Intanto il campo chiama e il Messina non può farsi trovare impreparato. La vittoria con l'Ercolanese, quel match che fino a qualche mese fa era considerato come la partita dell'anno, può aver lasciato l'amaro in bocca ai ragazzi, il rimpianto di una prima parte di campionato gettata alle ortiche. Un successo che deve però rappresentare un punto di partenza e una spinta motivazionale per terminare in crescendo. Qualche novità rispetto alla gara pre pasquale, con il tecnico biancoscudato chiamato anche a centellinare le forze e ruotare gli uomini a sua disposizione. Dal primo minuto potrebbero rivedersi Meo e Cozzolino, out giovedì perché non al meglio. Nel caso in cui Facciolo decidesse di lanciarli dall'inizio, a farne le spese sarebbero Rinaldi e Bossa. Ultimo dubbio in avanti, con Mascari apparso in miglioramento dopo una fase condizionata da problemi fisici. Il suo gol nell'ultimo successo interno potrebbero convincere il mister a concedergli una chance dal primo minuto, con Rosafio che in tal caso tornerebbe ad occupare il versante destro d'attacco, ruolo di sua competenza, dopo le opache prestazioni da punta centrale. I restanti otto undicesimi scesi in campo con l'Ercolanese sulla via della conferma. Ancora fermi ai box Misale e Bettini, le cui assenze si aggiungono a quella di Yeboah. Torna a disposizione capitan Cocuzza. 
 
Probabile Formazione - MESSINA (4-3-3): Meo; Lia, Bruno, Manetta, Inzoudine; Cozzolino, Migliorini, Lavrendi; Rosafio, Mascari, Ragosta.
martedì 3 aprile 2018

Carmelo Previti

    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 23
    14°-6°
    mar 24
    13°-5°
    mer 25
    9°-7°
    gio 26
    10°-7°
    ven 27
    11°-7°