il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Tre punti fondamentali per la testa e le motivazioni.

Ragosta-Mascari: il Messina supera l´Ercolanese

Stampa
Tre punti per trovare motivazioni e concludere al meglio questo finale di stagione. Dopo una prima frazione poco esaltante, chiusa dall’acuto di Ragosta, la ripresa mostra spunti più interessanti e si accende nelle sue fasi finali, con le reti di Mascari e Sorrentino.

ACUTO - Soltanto un mese e mezzo fa la si considerava la partita della vita, quella che valeva una stagione. Oggi Messina – Ercolanese rappresenta però soltanto una sfida normale, una tappa di un tragitto lineare che ormai sembra non chiedere più nulla, soprattutto ai biancoscudati, chiamati ad onorare questo finale di stagione. Senza Modica in panchina, squalificato fino al 30 Maggio, in panchina va mister Facciolo, il quale ripropone l’assetto tattico di sempre. Tra i pali va Rinaldi, assente dal campo dallo scorso Dicembre, promosso a causa delle mancanze forzate di Meo e Prisco. In mezzo si rivede Bossa, nuovamente a disposizione dopo aver scontato un turno di stop. A completare il reparto Migliorini e Lavrendi, con Cozzolino chiamato ad accomodarsi in panchina per precauzione. In avanti si rivedono i tre di Barcellona. Gara lenta, ritmi bassi, poche le motivazioni per entrambe le compagini. I padroni di casa amministrano, gestiscono il possesso, provando a pungere in verticale ma senza incidere. Al primo vero affondo Messina in vantaggio. E’ il cobra Ragosta, il più ispirato in questa prima fase dell’incontro, a dettare in profondità il suggerimento di Rosafio, perfetto nello scegliere il tempo e nel mettere il compagno in condizione di battere Mascolo. Reazione inesistente dei campani. Pochi spunti ed emozioni. Minuti finali che proseguono sulla falsa riga di quanto visto in precedenza, spezzati soltanto da una spettacolare conclusione del solito Ragosta che si spegne a lato di poco.

GESTIONE - Avvio decisamente più convinto dei padroni di casa nella ripresa, pericolosi dalle parti di Mascolo con le discese dei due esterni Lia ed Inzoudine, sempre in grado di creare superiorità numerica in fase offensiva. Anche gli ospiti cercano di rispondere agli attacchi avversari con una conclusione ravvicinata di Rekik, subentrato ad inizio ripresa, sulla quale Rinaldi si fa trovare pronto. Dentro Cozzolino e Carini tra le fila bianco scudate, fuori due spenti Bossa e Stranges, mai nel vivo del gioco. Sul terreno di gioco anche Cassaro per Lavrendi, con Lia pronto a passare in mezzo al campo. Ercolanese chiamata al forcing che però non riscuote gli effetti sperati. I biancoscudati rischiano poco, andando anche vicini al raddoppio in contropiede in più di una circostanza con Rosafio. Finale scoppiettante. Raddoppio giallorosso di Mascari in ripartenza., prima del definitivo 2-1 sancito dal rigore di Sorrentino, che rende meno amaro il passivo.

MESSINA 2
ERCOLANESE 1
MARCATORI Ragosta (M) al 24’ p.t.; Mascari (M) al 47’ s.t.; Sorrentino (E) al 49’ s.t.

MESSINA (4-3-3): Rinaldi; Lia (Iudicelli dal 33’s.t.), Bruno, Manetta, Inzoudine; Bossa (Cozzolino dal 14’ s.t.), Migliorini, Lavrendi (Cassaro dal 25’ s.t.); Stranges (Carini dal 14’ s.t.), Rosafio (Mascari dal 43’ s.t.), Ragosta . (Di Marzo, Barbera, Bucca, Balsamà). All. Facciolo.

ERCOLANESE (4-3-3): Mascolo; Todisco (Coppola dal 40’ s.t.), Varchetta, Poziello (Maisto dal 31’ s.t.), Esposito; Conte, Pezzella (Costantino dall’ 8’ s.t.), Ausiello (Fontana dall’8’ s.t.); Tedesco, Minopoli (Rekik dal 1’ s.t.), Sorrentino. (Cioce, Fusco, Pastore, Catavere). All. Squillante.

ARBITRO Sig. Emmanuele di Pisa. 
NOTE Spettatori 300 circa Ammoniti Tedesco, Varchetta,Fontana Corner 2-7 Recupero 2’ e 4’.
giovedì 29 marzo 2018

Carmelo Previti

    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 23
    14°-6°
    mar 24
    13°-5°
    mer 25
    9°-7°
    gio 26
    10°-7°
    ven 27
    11°-7°