il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

I giallorossi non riescono a concretizzare le occasioni a disposizione. Resta solo la buona prestazione.

Messina, punto che non aiuta: reti bianche a Troina

Stampa
Un risultato che non serve a nessuno. Un pareggio a reti bianche in cui il Messina regala una buona prestazione, fa la partita e crea le occasioni migliori, non riuscendo però a sbloccare il punteggio. Quinto posto sempre più distante. Troina raggiunto in vetta dalla Vibonese. 

RETI BIANCHE - La prima di dieci finali. Si entra nella fase decisiva del campionato. Il Troina per difendere il primato, il Messina per continuare ad inseguire la quinta posizione di classifica. Formazione annunciata per i biancoscudati, 4-3-3 classico con Misale che vince in extremis il ballottaggio con Cassaro sulla corsia sinistra. E dopo una lunga attesa a causa delle non perfette condizioni del terreno di gioco del “Silvio Proto”, inzuppato dalle pesanti piogge odierne, la gara può avere inizio. Avvio timido da parte di entrambe le compagini, match lento e molto tattico su un manto erboso che non agevola di certo lo sviluppo della posto manovra. Ospiti più incisivi e convinti, organizzati in mezzo al campo e rapidi in fase offensiva. Troina contenuto in maniera efficace dal Messina, che col passare dei minuti riesce a trovare campo e a creare i presupposti per mettere in apprensione i padroni di casa. Prima parte di gara povera di reali occasioni da gol. Soltanto intorno alla mezz’ora di gioco l’incontro si accende, con l’imprevedibilità di Rosafio e Ragosta. E’ proprio quest ultimo a cadere in area di rigore rossoblu e a chiedere il penalty al direttore di gara, il quale però lascia correre. Nel finale ospiti pericolosi in due circostanze prima con un tentativo da fuori che si spegne a lato di poco, poi con Rosafio, vicino a sbloccare il punteggio con una conclusione ravvicinata. Si va al riposo a reti bianche, il tutto è rimandato ai secondi 45 minuti. 

EQUILIBRIO - Ripresa che non comincia nel migliore dei modi per gli ospiti. Lia è costretto ad abbandonare il terreno di gioco a causa di una botta, portando il tecnico biancoscudato a inserire Cassaro sulla linea difensiva. Seconda frazione maggiormente movimentata rispetto alla prima, squadre più distese, ritmi più elevati. Il Troina prova a farsi vedere dalle parti di Meo, ma è sempre il Messina ad avere in mano la possibilità di andare in vantaggio prima con un tentativo di Bossa, poi con una discesa travolgente di Yeboah, frenato solo all’ultimo istante dalla retroguardia rossoblu. Gli uomini di Modica prendono fiducia e ci provano con Misale, il cui tiro termina largo di qualche metro. La capolista fa fatica ad uscire e ad arginare le avanzate avversarie e si affida prevalentemente alle ripartenze. Il pareggio non serve a nessuna delle due squadre. E’ Cocuzza, entrato al posto di Yeboah, ad avere una chance importante dall’interno dell’area piccola rossoblu, sprecata malamente. Sul versante opposto Bruno si rivela provvidenziale su un’azione di rimessa del Troina. A dieci dal termine si rivede in campo anche Migliorini nelle fila biancoscudate, chiamato a rilevare Lavrendi e al rientro dopo un lungo stop. Il Messina gioca meglio e spinge insistentemente per trovare la rete del vantaggio. Rete che arriverebbe anche, a cinque dalla fine, se Stranges non venisse pescato in fuorigioco, posizione dubbia. Continua il forcing giallorosso con il capitano Cocuzza, il cui piattone viene deviato in corner. Il Troina si chiude e conclude il match soffrendo, riuscendo a contenere le offensive ospiti. Uno 0-0 poco utile ad entrambe, con i padroni di casa raggiunti in vetta dalla Vibonese e il Messina che vede svanire sempre più la speranza play off. 

TROINA 0
MESSINA 0 

TROINA (3-4-3): Van Brussel; Ruano, Del Col, Silvestri; Fricano Gia., Mustacciolo (Da Silva dal 25’ s.t.), Tuninetti, Orlando (Diop dal 18’ s.t.); Piyuka (Adeyemo dal 1’ s.t.), Vazquez, Meta (Souare dal 1’ s.t.). (Spano, Vera Martin, Fricano Gio., Fernandez, Ott Vale). All. Pagana. 

MESSINA (4-3-3): Meo; Lia (Stranges dal 6’ s.t.), Bruno, Manetta, Misale; Cozzolino, Bossa, Lavrendi (Migliorini dal 34’ s.t.); Rosafio, Yeboah (Cocuzza dal 23’ s.t.), Ragosta (Cassaro dal 7’ s.t.). (Rinaldi, Bucca, Balsamà, Iudicelli, Carini). All. Modica. 

ARBITRO Sig. Arace di Lugo di Romagna. 
NOTE Corner 2-4. Recupero 1’ e 6’.
domenica 25 febbraio 2018

Carmelo Previti

    Vai a pagina
    segui il meteo
    dom 22
    28°-22°