il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Analisi e Pagelle

Messina-Gelbison, il piacere del gioco

Stampa
Calcio allo stato puro. Un calcio che in riva allo stretto non si vedeva ormai da anni. Il Messina diverte e si diverte attraverso il suo gioco, esibendo e regalando spettacolo abbinato ad un'organizzazione esemplare. L'ottimo palleggio in mezzo al campo, i fraseggi, gli scambi rapidi, le verticalizzazioni, una squadra che non butta mai il pallone ma cerca di esprimersi sempre con personalità e carattere. E' questo il gioco prediletto da Modica (voto 8), il condottiero in grado di saper rigenerare un gruppo non partito con i migliori auspici. Oggi questo Messina ha una sua identità, una visione di calcio ben precisa, basata su un'interpretazione specifica. La manita sulla Gelbison testimonia e conferma i netti passi in avanti di un collettivo forte e in salute, sia dal punto di vista mentale che su quello della forma atletica. Una vittoria di spessore contro avversari reduci da ottime prestazioni e meglio piazzati in classifica, con una sola sconfitta nelle ultime undici gare del torneo. Grande prova dei siciliani che, nonostante le assenze, riescono ad imporsi e a manifestare la propria superiorità in ogni zona del campo. Rosafio e Yeboah i grandi protagonisti con le loro doppiette, prima della firma definitiva del giovane Mascari. Buoni segnali anche dal centrocampo. Bossa migliora di partita in partita, Cozzolino è ormai una certezza. Il rammarico resta sempre la prima parte di stagione, alcuni punti lasciati per strada che potevano risultare decisivi in questa fase del campionato. Ma la rincorsa al quinto posto prosegue.

Meo 6 Mezz'ora. Come il tempo trascorso prima di trasformarsi praticamente in uno spettatore aggiunto. Ottima reattività nei primi trenta minuti di gara, quando si fa trovare pronto in uscita bassa dopo uno schema su punizione dei campani e quando legge bene i tempi della ripartenza avversaria salvando tempestivamente sulla trequarti.
Lia 7 Non si smentisce mai. La fascia destra è di sua proprietà. Ricopre ottimamente entrambe le fasi, garantendo spinta e appoggio in avanti, oltre che copertura in zona difensiva. Non si ferma un istante. A dieci dal termine lascia il posto al giovane Barbera (senza voto).
Manetta 6 Insieme a Bruno ha trovato la sicurezza giusta al centro del reparto arretrato. Buona personalità.
Bruno 6 La sua esperienza al servizio della squadra è fondamentale nel guidare il reparto di sua competenza. Pochi i rischi corsi.
Cassaro 6 La squalifica di Inzoudine porta Modica a spostarlo sul versante sinistro. Buona la sua prova. Non garantisce la stessa spinta offensiva del francese, esprimendosi in maniera decisamente più consona alle sue caratteristiche in fase difensiva.
Cozzolino 7 Reinventato e rigenerato da Modica, trova nel ruolo di mezzala la sua dimensione perfetta, offrendo corsa, forza fisica, visione di gioco e buona tecnica con la palla. Va vicino al gol nella prima frazione con un pallonetto pregevole.
Bossa 7 Il metronomo di questa squadra. L'uomo da cui passano tutti palloni. L'assenza di Migliorini gli ha dato la possibilità di emergere ed esprimersi finalmente a livelli importanti. Detta i ritmi e distribuisce il gioco, mostrando segnali di grande crescita di gara in gara. Uno dei migliori. Lascia il campo a metà ripresa per far posto a Iudicelli (voto 6) che mostra buone giocate.
Lavrendi 6,5 Corsa e sacrificio al servizio dei compagni. Come sempre, non molla un centimetro agli avversari e recupera tanti palloni. Bene anche negli inserimenti senza palla. Al suo posto Balsamà (senza voto) per gli ultimi scampoli di gara.
Rosafio 8 Un lusso per questa categoria. Giocatore con qualità fuori dal comune. Sfrutta al meglio gli spazi lasciati dalla difesa campana e mette a segno una doppietta nel giro di pochi minuti.
Yeboah 7,5 Rosafio fa doppietta. Ma lui non sta a guardare e si prende ancora una volta la copertina, con un uno-due micidiale tra primo e secondo tempo. Dopo un errore iniziale sottoporta, mostra tutte le sue qualità segnando e giocando di sponda per i compagni. Il Messina ha trovato il suo centravanti. Con il risultato in cassaforte c'è spazio anche per Mascari (voto 7). Entra bene in partita e finalizza al meglio l'unica chance a disposizione, scrivendo anche il suo nome sul tabellino.
Ragosta 7 Gli manca solo il gol, cercato più volte. La sua prestazione è comunque convincente e preziosa per la squadra, partecipa alle azioni da gol e sforna assist per i compagni. A metà ripresa spazio a Stranges (voto 6).
lunedì 5 febbraio 2018

Carmelo Previti

    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 19
    14°-6°
    mar 20
    13°-5°
    mer 21
    9°-7°
    gio 22
    10°-7°
    ven 23
    11°-7°