il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Il numero uno giallorosso non digerisce critiche e insulti, dimissioni irrevocabili

Messina nel caos: Sciotto presenta le dimissioni. Accorinti ne chiede il ritiro

Stampa
Futuro sempre più nero, crisi sempre più accesa. Un Messina che non trova pace, che non vede la luce in fondo al tunnel. E dopo l'ennesima delusione, la sconfitta odierna del Franco Scoglio contro l'Acireale, la situazione in casa giallorossa sembra davvero compromessa. Il presidente Sciotto dice addio, dimissioni irrevocabili, dopo le forti contestazioni della curva a fine gara, e lascia così il progetto avviato a metà Agosto.
Con un comunicato sul sito ufficiale della società, il presidente dott.Pietro Sciotto  spiega le motivazioni del suo addio:
“Sono deluso per la sconfitta interna con l’Acireale, ennesimo episodio sfortunato di questo inizio di stagione. Avevo fondato questa società con amore e passione, pensando di riuscire ad ottenere anche nel calcio i risultati conquistati nell’arco della mia brillante carriera imprenditoriale. Nell’interesse esclusivo dello sport e della città di Messina. Non ci sono riuscito, e sono il primo ad esserne dispiaciuto. Forse (e senza forse) più degli stessi tifosi del Messina. Ritengo, inoltre, di essere io il primo tifoso di questo glorioso club. L’ho dimostrato con le enormi spese affrontate fino a questo momento (400mila euro), con la delusione per i risultati negativi. Dico questo per chiarezza verso tutti i sostenitori del Messina. Sono amareggiato per i cori ricevuti dai tifosi nel corso della partita e dopo il triplice fischio, insulti che mi feriscono nel profondo. Evidentemente non sono stati compresi tutti gli sforzi da me profusi in questi mesi. Non merito questo atteggiamento ostile e offensivo, un trattamento che mi ha fatto perdere l’entusiasmo per questa avventura. Si possono capire e giustificare le contestazioni, mai gli insulti. Soprattutto nei confronti della mia persona, dopo aver dato tutto me stesso per la rinascita del calcio messinese. Anche senza riuscirci, purtroppo. Ne conseguono pertanto, come atto dovuto, le mie dimissioni immediate e irrevocabili. Aspetto dunque che qualcuno tra i tifosi o tra gli imprenditori cittadini si faccia avanti per prendere il mio posto nell’interesse del calcio messinese e della città. Lo stesso appello lo rivolgo all’amministrazione comunale nella figura del sindaco. Da oggi è indetto il silenzio stampa per tutti i tesserati della società. Ringrazio infine il tecnico Antonio Venuto, il suo staff e tutti i giocatori per il lavoro svolto fino ad oggi. Forza Messina. Sempre e comunque”
L'invito dell'amministrzione comunale a ritirare le dimissioni
In riferimento alle ultime vicende dell’Acr Messina relative alle dimissioni irrevocabili presentate ieri dal presidente Pietro Sciotto, il sindaco, Renato Accorinti, e l’assessore allo Sport, Sebastiano Pino, dichiarano che: “Pur comprendendo l’amarezza e la delusione per i risultati negativi delle prime sette giornate, lo invitiamo a ripensarci e a fare un passo indietro. Certamente le sue dichiarazioni sono state dettate soprattutto dall’emotività del momento e da un avvio stagionale in salita, che lo stesso presidente Sciotto non avrebbe mai immaginato. Del resto il suo è un progetto a lungo termine e un passaggio a vuoto nella parte iniziale appare comprensibile; allo stesso modo bisogna giustificare i tifosi giallorossi, stanchi e smarriti, dopo che in estate hanno dovuto digerire, loro malgrado, il terzo fallimento calcistico negli ultimi ventiquattro anni. Quando abbiamo rivolto alle forze imprenditoriali cittadine l’invito a ripartire dalla serie D, Sciotto ha dimostrato subito di essere una persona seria, che ama la nostra città e possiede una vera passione calcistica. Lo abbiamo apprezzato, perché convinti dal progetto, privilegiandolo per un futuro di rinascita e di successi del Messina. Un inizio di campionato al di sotto delle attese non può assolutamente pregiudicare un programma ambizioso a lungo termine. Bisogna anche considerare che il Messina, per le note vicende estive, oggi sconta il ritardo accumulato nella fase di costruzione della società e soprattutto della squadra. Per queste ragioni chiediamo al presidente Sciotto di rivedere la sua posizione; l’Amministrazione comunale, come sempre, per quanto possibile, continuerà a fare la propria parte”.
domenica 8 ottobre 2017

Carmelo Previti

    Vai a pagina
    segui il meteo
    mer 18
    22°-16°
    gio 19
    19°-13°
    ven 20
    19°-13°