il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

La quarta edizione del “Trofeo Luigi Cacopardi”. Assegnata la “Coppa Forense dello Stretto”

Zouhir Sahran e Teresa Latella vincono la “10 km di Capo Peloro”

Stampa
La quarta edizione del “Trofeo Luigi Cacopardi” si è svolta, domenica 15 settembre, in un incantevole scenario paesaggistico, con partenza ed arrivo posti a Torre Faro e giro intorno ai laghi di Ganzirri. 
La competizione, valida come Campionato Regionale Individuale di Corsa su Strada sui 10 km Allievi/Assoluti/Master e a squadre Allievi ed Assoluti, è stata ben organizzata dalla Torre Bianca. Oltre agli ambiti titoli siciliani Fidal sulla distanza, è stata assegnata la “Coppa Forense dello Stretto” Zouhir Sahran e Teresa Latella si sono aggiudicati la “10 km di Capo Peloro – IV Trofeo Luigi Cacopardi”. 
La manifestazione podistica si è svolta, domenica 15 settembre, in un incantevole scenario paesaggistico, con partenza ed arrivo posti a Torre Faro e giro intorno ai laghi di Ganzirri. 
La competizione, valida come Campionato Regionale Individuale di Corsa su Strada sui 10 km Allievi/Assoluti/Master e a squadre Allievi ed Assoluti, è stata brillantemente organizzata dalla Torre Bianca del presidente Pietro Tracuzzi con la preziosa collaborazione di Fidal, Csen e Pro Loco Capo Peloro e con il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Messina, del Comune di Messina e del Coni Sicilia. Si è gareggiato in una splendida mattinata di sole e nel vivo ricordo di Luigi Cacopardi, grande uomo ed appassionato di sport, che portò la fiaccola in occasione delle Olimpiadi di Roma del 1960. Complessivamente 190 gli atleti giunti al traguardo. Sahran dell’Amatori Duilia ha trionfato con il tempo di 34’28”, battendo in volata il milazzese Francesco Nastasi dell’Ortigia Marcia, secondo classificato in 34’30”. Terzo, sul gradino più basso del podio, Davide Currò dell’Atletica Villafranca con il crono di 36’28”. Quarto Sebastiano Ragonese (Universitas Palermo) e quinto Domenico Focà (Cosenza K42). Tra le donne, netta affermazione della calabrese Latella, portacolori della Podistica Messina; per lei 42’21”. Piazza d’onore per Desiree Di Maria (Cus Catania), che ha concluso in 42’53”. A seguire si sono piazzate Caterina Gianò (Indomita Torregrotta), Clementina Picciolo (Monfortese Running) e Francesca Colafati della Fidippide. Oltre agli ambiti titoli siciliani Fidal sulla distanza, è stata assegnata la “Coppa Forense dello Stretto”, che ha visto competere: magistrati, avvocati, forze dell’ordine, forze armate e personale del settore giustizia. Si sono imposti Nastasi, davanti a Francesco Bonavita (Podistica Messina) e a Michelangelo Salvadore (Indomita Torregrotta), e la Colafati, che ha preceduto Carla Rappocciolo (Atletica Sciuto) e Giuliana Campo (Albatros 2.0). Tra gli over 60, primo, dopo i 6 km previsti dal regolamento, Giuseppe Maio (Polisportiva Milazzo) con il crono di 25’44”. Vittorie a squadre per Torre Bianca (Allievi e Assoluti “rosa”), Atletica Savoca (Allieve) e Podistica Messina (Assoluti uomini). Hanno presenziato, infine, all’evento l’assessore comunale allo Sport Giuseppe Scattareggia, il presidente dell’Ordine degli Avvocati di Messina Domenico Santoro ed il presidente provinciale della Fidal Nunzio Scolaro.
lunedì 16 settembre 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo