il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Primo appuntamento per il bookshop

Irrera e Puzzello presentano il “Compendio di Storia della Sicilia”

Stampa
E' presentato nel rinnovato bookshop del Teatro Vittorio Emanuele, di fronte a un folto uditorio, dai professori Felice Irrera e Giuseppe Puzzello, il "Compendio di Storia della Sicilia". 
In questo volume il Compendium di Maurolico, che si presenta in una versione moderna, corredata, a differenza dell'originale latino, di numerose note e immagini. 
E' stata condotta sull'Editio princeps di esso, stampata a Messina nel 1562, e giunge dopo la traduzione, ormai inesorabilmente datata e con non pochi errori, dl Girolamo Di Marzo-Ferro del 1844. Questo lavoro storico mauroliciano, hanno spiegato i professori, non ha certo avuto la fama di quelli scientifici dello stesso, forse anche perché pubblicato a distanza di soli quattro anni dalla prima edizione di un'opera di grande importanza per la storiografia siciliana come il De rebus Siculis decades libri duo del domenicano Fazello, che aveva attaccato le prerogative politiche della città di Messina.
Francesco Maurolico (1494-1575), messinese di origine greca, scienziato famoso, soprattutto come matematico e astronomo, esperto di scienze naturali ed architetto, operò anche come cartografo e non mancò di occuparsi di letteratura e poesia, di musica e opere devozionali e di storia: immensa fu, dunque, sia la sua cultura che la sua produzione. Morì di peste a Messina nel luglio 1575 ed è qui sepolto, nella chiesa di San Giovanni di Malta. Dopo la sua scomparsa, molti dei suoi manoscritti si dispersero senza poter essere stampati; parecchi testi suoi autografi si trovano oggi alla Bibliotèque Nationale di Parigi. 
Foto di: Antonio De Felice
domenica 29 dicembre 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo