il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

Erede dei grandi cantautori romantici italiani

Il “Viaggio” lungo le emozioni di Seby Mangiameli

Stampa
Una voce leggera, intima, profonda. Un arrangiamento originale, fatto di ritmi latineggianti, di una buona padronanza dell’armonia e di contaminazioni. Un pubblico attento che si è lasciato trasportare lungo le emozioni di Seby Mangiameli, il cantautore siciliano fondatore dei Tedranura, ospite ieri pomeriggio insieme al musicista Salvo Amore al Feltrinelli point di Messina per l’evento organizzato dall’Associazione culturale Kafka di Vittoria Arena
Una tappa siciliana per il nuovo tour “Il Viaggio”, un progetto co-prodotto con Giuseppe Matarazzo e che ha dato anche il titolo al CD dove convergono numerose influenze, dai suoni mediterranei all'etno-folk-jazz. 
Un viaggio – racconta Seby Mangiameli – che per quanto mi riguarda è proprio un percorso che ho lungamente meditato, camminato e pensato. Ho camminato lungo terre senza aver mai toccato il suolo, questo perché il viaggio per me non è qualcosa di vissuto fisicamente, ma molto più ampio. Ci sono luoghi dove effettivamente non mi sono recato mai, come l’Argentina o i Balcani, l’Irlanda, ma che ho esplorato in altre forme, con la mente, con la conoscenza”. 
E lungo alcuni dei brani contenuti nel cd “Il Viaggio” e riprodotti live ieri sera si entra in una dimensione unica. Non manca la sicilianità come nel testo “Sicilia Omnia est” che è più un inno, o in “Signora di Nivi” rigorosamente in dialetto e dedicata all’Etna. O ancora l’attenzione ai temi sociali che tratta in modo non convenzionale come in “Madri in piazza” un brano scritto in ricordo delle mamme di Plaza de Mayo in Argentina per i desaparecidos, “La gente non ride” o “La corsa” in cui ironicamente si descrive la società contemporanea. 
La musica che propone è molto raffinata, colta, tanto da essere da molti addetti ai lavori ritenuto un degno erede della tradizione del cantaurorato italiano percorso già da iconiche figure quali Guccini, De Andrè e Fossati, di cui troviamo forti rimandi. 
Seby con i suoi brani viaggia nei meandri dell’animo umano, - sottolinea nella sua recensione il musicista Nat Minutoli - dall’amore in poi. Egli trasforma tutto in musica con un “condimento” di sicilianità che rende ancor più piacevole la sua arte. Oltre alla sua calda e convincente voce egli ci prende con la sua musica magistralmente composta ed eseguita da lui e dal gruppo Tedranura. Seby Mangiameli sta scalando con tenacia il suo successo e vede nitidamente la vetta”.
sabato 23 novembre 2019

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo