il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita e onesta

25 spettacoli in cartellone tra musica e prosa

Presentata la nuova stagione del Teatro Vittorio Emanuele

Stampa
Si è alzato il sipario sulla nuova stagione Artistica di Musica e Prosa 2019/2020 del Teatro Vittorio Emanuele con un evento festoso fortemente voluto da tutta la governance (Orazio Miloro, Giuseppe Ministeri e Nino Principato, il Sovrintendente Gianfranco Scoglio e i Direttori Artistici della Musica Matteo Pappalardo e della Prosa Simona Celi Zanetti) e con il grande omaggio fatto alla città dall’Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele. 
Un evento nuovo nel suo genere, apprezzato da tutti i presenti, capace di riportare la città a vivere uno dei luoghi più prestigiosi, il più antico teatro della Sicilia e il secondo palco d’Europa. 
Presentiamo un cartellone artistico – ha sottolineato il presidente Orazio Miloro - che non perde mai di vista la qualità, necessaria anzi direi vincolante per costruire una stagione di rilievo nazionale, che possa essere gradita al pubblico e possa quindi dargli sempre ottime ragioni per venire a teatro. Stiamo tracciando delle innovazioni coinvolgendo tutte le istituzioni del nostro territorio e lo stiamo facendo ricostruendo l’identità del teatro che dal 31 dicembre sarà accreditato come ente di formazione per riportare la produzione all’interno dell’Ente. Inoltre, quest’anno per ogni abbonato sarà donato alla città un albero e per questo iniziamo a lanciare #unalberoperogniabbonato”. 
Un segno tangibile del cambiamento che si vuole dare alla città come ribadito anche dal Sindaco Cateno De Lucanon staremo solo ad assistere alle proposte elaborate ma come istituzione comunale stiamo facendo la nostra parte e posso confermare che quest’anno il contributo annunciato di 200mila euro sarà erogato e stiamo pesando anche di definire dei progetti “obiettivo”, ovvero dei percorsi con risorse recuperate per attività di promozione sociale”. 
Stagione di Prosa 
Dal 6 all’8 dicembre il ritorno di Luigi Lo Cascio e Sergio Rubini in “Dracula”, dal 10 al 12 gennaio “Così parlò Bellavista” di Luciano De Crescenzo con Geppy Gleijeses, Marisa Laurito e Benedetto Casillo per la regia di Geppy Gleijeses; dal 22 al 24 gennaio, “Vincent Van Gogh, l'odore assordante del bianco” di Stefano Massini con Alessandro Preziosi per la regia di Alessandro Maggi; il 1- 2- 4 febbraio “I Giganti della montagna” di Luigi Pirandello con e regia di Gabriele Lavia; dal 14 al 16 febbraio “Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show” con e regia di Massimo Lopez e Tullio Solenghi in una performance teatrale/musicale divertente; dal 28 febbraio al 1 marzo sarà la volta de “Le signorine” con Isa Danieli e Giuliana De Sio per la regia di Pierpaolo Sepe, dal 13 al 15 marzo con “Machine De Cirque Show” di Vincent Dube con una compagnia proveniente da Quebec City, dal 20 al 22 marzo “Antigone” con Sebastiano Lo Monaco e Barbara Moselli per la regia di Laura Sicignano; dal 27 al 29 marzo “Il berretto a sonagli” con Gianfranco Jannuzzo per la regia di Francesco Bellomo; dal 3 al 5 aprile “I fratelli Karamazov” con Glauco Mauri e Roberto Sturno per la regia di Matteo Tarasco, dal 17 al 19 aprile “W le donne” con Riccardo Rossi per la regia di Cristiano D'Alisera. Il 13 giugno, fuori abbonamento, attraverso un “Progetto di Integrazione Sociale” in collaborazione con la Compagnia “Volere Volare” andrà in scena “Omero è stato anche qui” tratto dal romanzo di Nadia Terranova per la regia di Giovanna Manetto. 
Stagione di Musica 
Si parte il 16 e 17 novembre con il recital scritto e diretto da Lina Sastri “Appunti di viaggio-Biografia in musica”, il 3 e 5 gennaio 2020, “Galà Lirico” con il soprano Svetlana Kasyan e il tenore Zoran Todorovich, direttore Claudio Maria Micheli, il 17 e 18 gennaio “Io, Don Chisciotte” per le coreografie di Fabrizio Monteverde e il corpo di ballo del Balletto di Roma; il 7 e 8 febbraio tornano dopo il successo dello scorso anno gli Oblivion con il musical “La Bibbia riveduta e scorretta” per la regia di Giorgio Gallione; 23 febbraio (doppia recita) “Fabio Concato feat Poalo Di Sabatino Trio” un concerto jazz con il famosissimo cantautore; il 7 e 8 aprile lo spettacolo “Le Bal. L’Italia balla dal 1940 al 2001”, l’8 e 10 maggio “Tosca” di Puccini con l’Orchestra del T. V. E., il 22 e 23 maggio omaggio a Freddie Mercury con “Love of my life” con il soprano Svetlana Kasyan e il tenore Zoran Todorovich, direttore Dino Scuderi, violino Stephan Milenkovich per la regia di Victor Carlo Vitale, si chiude il 5 e 6 giugno con “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini. 
Previsti fuori abbonamento i seguenti spettacoli: il 29 dicembre (doppia recita) “Lo Schiaccianoci” in un allestimento totalmente innovativo per le coreografie di Massimiliano Volpini, corpo di ballo del Balletto di Roma, direttore Giuseppe Ratti e Orchestra del Teatro Vittorio Emanuele realizzato in coproduzione con il Teatro V. Bellini di Catania. L'1 gennaio si riprende con il “Concerto di Capodanno”, direttore Marco Alibrando e pianista Giuseppe Andaloro, l’8 marzo “Concerto G. Albanese” diretto dal M° Bruno Cinquegrani e con pianista Giuseppe Albanese; il 1 aprile “Orchestra sinfonica di clarinetti” diretta da Marcello Caputo e con solista Calogero Palermo. 
Il rinnovo degli abbonamenti (con diritto di prelazione), avrà inizio, sia per la prosa che per la musica, dal prossimo 27 ottobre e andrà avanti, per la musica, fino a domenica 3 novembre e per la prosa invece fino a domenica 10 novembre. I nuovi abbonamenti potranno essere sottoscritti per la musica dal 5 al 14 novembre mentre per la prosa dal 12 novembre al 4 dicembre. 
Foto di Antonio De Felice
domenica 27 ottobre 2019

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo