il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

La sua precisa descrizione di personaggi ed episodi della vita cittadina

Un ultimo saluto a Mico della Boccetta

Stampa
Mico della Boccetta, poeta messinese, ci ha lasciato. “La sua precisa descrizione di personaggi ed episodi della vita cittadina, che per anni trovò spazio sul “Soldo” prima e su “Centonove” poi, ci continuerà a spronare”. E’ il ricordo di Filippo Cavallaro e Michele Salvo. Domenico Borgia, classe 1921, ci ha lasciato.  “La sua dedizione alla famiglia. Il suo impegno sindacale alle dipendenze della ex Cassa di Risparmio V. E., la militanza nella Cisl un esempio che forse per molti oggi sembra incomprensibile. Ci ha insegnato ad avere rispetto delle nostre radici scrivendo in rima baciata in lingua messinese. Ci ha insegnato a godere e difendere la libertà di pensiero, di opinione, di rispetto, di educazione. Ci ha insegnato la coerenza agli ideali di pace, di studio, di cultura, di bellezza”. Lo ricordiamo con affetto per le sue 500 e più poesie, per il suo sorriso dolce, per la sua inquietudine e la passione civile, per la tradizione poetica di cui è stato interprete assieme Maria Costa, Morgante, Petru Fudduni, Calabrò, Nino Spadaro, Miciu La Camera e tanti altri.  Mico della Boccetta ha, con i suoi versi in dialetto messinese,  cercato di svegliare i messinesi e di far capire che parlare e lamentarsi non serve a nulla, bisogna agire concretamente per far davvero cambiare le cose.
mercoledì 1 maggio 2019


    Vai a pagina
    segui il meteo
    ven 24
    24°-13°
    sab 25
    22°-15°