il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Ventuno scatti fotografici in mostra al Feltrinelli Point

Le mani protagoniste di insospettabili click

Stampa
“Attenti a Quelle Mani” è il tema scelto dall'Associazione Culturale Kafka per la quinta edizione della Mostra Fotografica “20 Insospettabili Click” nata con l’obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica al tema scottante della violenza. 
L’inaugurazione della mostra è avvenuta ieri pomeriggio nel giardino del Feltrinelli Point di Messina alla presenza di Vittoria Arena, ideatrice dell’evento e responsabile dell’associazione Kafka e della Prof.ssa Francesca Sindoni, Fidapa Milazzo esperto per la regione Sicilia della violenza di genere che ha raccontato i diversi volti della violenza e ribadito l’importanza della denuncia perché non si è più soli. 
Ventuno scatti in esposizione, un unico filo conduttore le mani e un simbolo rosso “come odore di rinascita e non come ferita”. Mani che tengono altre mani come simbolo di forza e di passaggio generazionale, mani che dipingono, che accolgono la vita, che simboleggiano lo scorrere del tempo, mani che accarezzano volti. Mani che nei versi di Vittoria Arena sono “mani che vivono emozioni, mani desiderose di convincere, mani che si abbandonano, mani stanche, mani che recitano, mani che attendono, mani che comunicano, mani che creano, mani che si confessano, mani che si ribellano, mani alla ricerca di amore, mani che spacciano, mani più gelide del mondo, mani condannate per un inferno rosso”. 
Una giuria di esperti ha assegnato la targa per “Originalità ed estetica” a Giovanni Gulletta, “Creatività tecnica” a Vincenzo Mauro Nicita e “Poetica dell’immagine” a Monica Natoli
Gli scatti di Antonio Aloisi, Cristina D’Arrigo, Moreno Diana, Teresa Fresco, Tania Galletta, Antonella Gargano, Rosanna Gargano, Caterina Guglielmo, Giovanni Gulletta, Francesco Irrera, Cristina Lania, Laura Mauro, Francesco Micari, Monica Natoli, Vincenzo Nicita, Rocco Papandrea, Franco Picchini, Letizia Raffa, Luca Sabatino, Barbara Taglioni, Tania Triolo
Per la sezione fuori click: Laura Calvagna, Cristiana Giacobbe, Luigi Giacobbe, Giancarlo Gianuario, Antonella Saracino
Nella sala un posto occupato, un gesto concreto dedicato a tutte le donne vittime di violenza. Ciascuna di quelle donne, prima che un marito, un ex, un amante, uno sconosciuto decidesse di porre fine alla sua vita, occupava un posto a teatro, sul tram, a scuola, in metropolitana, nella società. Un posto riservato a loro, affinché la quotidianità non lo sommerga. 
Foto di Antonio De Felice
lunedì 7 maggio 2018

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo