il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

La mostra fotografica resterà fruibile al pubblico fino a domenica 5 novembre

La Sicilia visibile attraverso gli scatti di Luigi Giacobbe

Stampa
Trent’anni di lavoro alle poste, molti dei quali passati in giro per la Sicilia. In ogni spostamento l’immancabile macchina fotografica capace di immortalare paesaggi, tradizioni, villaggi di un’isola ricca di bellezza come la Sicilia.
Luigi Giacobbe ha raccolto una mole enorme di foto da Taormina a Recalmuto, da Licata a punta secca, dai laghi di Pozzillo al carro di Santa Rosalia, dagli antichi villaggi di pescatori agli agrumi. 
Fotografie in bianco e nero o a colori in cui dominano i mille volti della nostra isola e che richiamano i luoghi e i protagonisti di tanti romanzi, saggi e poesie. Fotografie che restituiscono infinità ad un attimo colto attraverso un semplice click. 
Fotografie stampate da toccare e conservare, messe in mostra da una selezione realizzata dalla moglie e designer Vittoria Arena che ha pensato di esporne soltanto quaranta. Fili scendono tra gli scaffali della libreria Feltrinelli point dove si è svolta ieri pomeriggio l’inaugurazione con gli interventi programmati dell’architetto e critico d’arte Giancarlo Gianuario e del fotografo Vincenzo Nicita Mauro
In queste foto – dichiara Giancarlo Gianuario – emerge la bellezza di una terra che è la Summa di particolari. Un’isola che diamo troppe volte per scontata, ma che in realtà è capace di sorprendere sempre. I soggetti di queste foto sono principalmente paesaggi naturali e antropici, l’uomo non è presente fisicamente ma sono presenti le sue manifestazioni, le modifiche che ha fatto al paesaggio per adattarlo alle proprie esigenze. Lasciamoci condurre in questo viaggio e proviamo nel quotidiano a portare con noi sempre un ritaglio di cartoncino rettangolare e tagliare la realtà sarebbe un primo passo per astrarre la bellezza”. 
A rendere più suggestiva l’atmosfera il walzer tratto da “Il Gattopardo” e le “Onde” di Einaudi magistralmente interpretate al piano da Cettina Papalia
Sulla magia della fotografia anche Nicita si è soffermato sull’importanza dei particolari che nelle foto acquisiscono e rendono valore, quella passione per la fotografia diventa la casualita' dell'osservazione. 
Foto di Antonio De Felice
lunedì 30 ottobre 2017

Cristina D'Arrigo

    Vai a pagina
    segui il meteo
    gio 23
    16°-8°
    ven 24
    16°-7°