il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Messina Capitale della cultura 2020

Non solo storia e ricordi, ma anche futuro

Stampa
Nel Salone delle bandiere di Palazzo Zanca, l’assessore alla Cultura, Federico Alagna, ha illustrato alla cittadinanza il dossier di candidatura di Messina a Capitale italiana della Cultura 2020, alla presenza dei sedici partner istituzionali, di alcune classi del Liceo artistico E. Basile e di numerosi cittadini e cittadine. 
Nel corso della presentazione sono state illustrate le modalità di selezione disposte dal ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo ed il percorso intrapreso da Messina. Le città candidate sono 46, di cui Messina è la seconda più grande dopo Catania, e verranno valutate dal Ministero sulla base della qualità e della sostenibilità della proposta presentata, della coerenza del progetto con le strategie di sviluppo della città, nonché della programmazione e degli investimenti non solo in termini culturali, ma anche turistici, di coesione sociale, infrastrutturali e di innovazione tecnologica. Entro il 15 novembre verranno selezionate le 10 finaliste e entro il 31 gennaio 2018 verrà conferito il titolo alla città vincitrice. Un progetto ambizioso se si pensa che la candidatura di Messina avviene dopo la scelta di Palermo, quindi un altra città siciliana come capitale della cultura per il 2018. Credere in una vittoria, però, l'assessore alla cultura Alagna, che ha coordinato la redazione del Dossier presentato dalla Città di Messina dal titolo “Messina 2020, crocevia di popoli e culture”, frutto di numerosi tavoli partecipativi con il mondo dell’associazionismo e la cittadinanza tutta e che ha visto l’adesione e il sostegno di 15 partner di altissimo rilievo: Città Metropolitana di Messina, Università degli Studi di Messina, MuMe –Museo Interdisciplinare Regionale di Messina, Ente Autonomo Regionale Teatro di Messina, Marina Militare, Autorità Portuale di Messina, Istituto per l’Ambiente Marino CostieroConsiglio Nazionale delle Ricerche, Biblioteca Regionale di Messina, Fondazione Horcynus Orca, Fondazione Taormina Arte Sicilia, Camera di Commercio di Messina, Comitato Promotore SabirFEST, Accademia Filarmonica di Messina, Filarmonica Laudamo, Associazione Musicale Vincenzo Bellini.
Questo dossier punta sulla valorizzazione della nostra storia, spiega l'assessore Alagna, supportato dagli interventi di varie associazioni, perché da noi sono passati tanti grandi artisti e non tutto è andato perduto con il terremoto, ma ci serviremo anche del progetto Urban Lab, che ci da la misura di come sarà in futuro la città su vari aspetti, valorizzando, tramite un potenziamento della mobilità, le periferie cittadine. Sarà realizzato un centro artistico che nulla avrà da invidiare a Berlino, si pensava di esternalizzare il patrimonio della biblioteca, in particolare il fondo Cannizzaro,  sarà avviata una procedura di sbigliettamento e grazie all'informatizzazione si potrà avvicinare la gente. Non ci saranno, però, solo misure online, ma anche strutture ricettive, in proposito, faremo un bando, quindi avvieremo percorsi culturali e turistici. Sarà, inoltre, realizzato un videogioco in cinque lingue per conoscere i vari aspetti della città, che ci faranno conoscere all'estero da chi non ci conosce e anche i cittadini potranno conoscere divertendosi, posti nuovi della città. A corredo di questo, saranno organizzati tanti eventi, tra gli altri, mi piace citare, continua l'Assessore Alagna, il Sicily Light Art Fest, che diverrebbe uno dei dieci festival europei di luci (insieme a Praga, Amsterdam ed altre prestigiose città) ed il primo in Italia, sviluppando ed arricchendo l’esperienza del Kernel. O, ancora, il ritorno a Messina della Rassegna Internazionale del Cinema di Messina e Taormina, in occasione della sua 66^ edizione, fino ad una mostra-evento degli argenti messinesi del ‘600 e del ‘700, dall’altissimo profilo culturale
Le candidatura, precisa l'Assessore, non è una perdita di tempo, ci candidiamo per vincere, ma abbiamo creato una rete e dato vita ad un percorso, per cui quasi tutta la progettazione sulla Messina "futura" è realizzabile anche senza finanziamenti, perché pensata a costo zero.
venerdì 6 ottobre 2017

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo
    mer 13
    16°-8°
    gio 14
    13°-7°
    ven 15
    12°-5°