il Cittadino di Messina - quotidiano e settimanale on-line: l'informazione gratuita ovunque tu sia.

Presentate le iniziative in città

Alagna:“Non ho rifiutato i Franza, i fuochi si faranno”

Stampa
Ormai il ferragosto giunge alla porte e dopo aver chiuso con la raccolta fondi degli sponsor, viene presentato il cartellone delle manifestazioni estive i cui eventi principali sono sono la passeggiata dei Giganti e la Processione della Vara, ma quest'anno, come spiega l'assessore alla cultura Federico Alagna durante la conferenza stampa tenutasi a Palazzo Zanca, grazie alla collaborazione di molte associazioni e degli sponsor avremo un ricco calendario di eventi a corredo, questa è la dimostrazione che possiamo e dobbiamo mettere a sistema le forze del territorio. Dalla raccolta avviata in città, abbiamo ottenuto circa15 Mila euro, speriamo che con la raccolta dei donatori, arriveremo alla cifra necessaria, così da realizzare eventi fino a settembre per allietare il rientro in città. In questi giorni avrò anche un incontro con i sindaci di Randazzo e di Palmi, perché bisogna anche guardare ai territori vicini. Territori, che come ha spiegato Riccobono, storicamente erano sotto il controllo Messinese, ai tempi della battaglia di Lepanto, ci hanno supportato e, per questo, hanno avuto il "privilegio" di poter celebrare la nostra stessa festa. Le manifestazioni principali, comunque continua l'assessore, si svolgeranno come ogni anno, non ci saranno cambiamenti particolari. Ci sarà, però un piano di sicurezza ferrato, in collaborazione con la protezione civile, sebbene le norme importanti da seguire sono quelle del buon senso. Importante è stato anche l'accordo con l'MSC crociere, la cui nave ammiraglia lascerà Messina nella serata, così che i turisti possano fruire anche di questo evento.
La "benedizione" all'evento è giunta anche da mons. D'Arrigo, che quest'anno festeggerà i suoi sessant'anni di sacerdozio con un altro anno di guida spirituale della manifestazione della Vara.
Una manifestazione di popolo come ha detto l'assessore Alagna, ma di cui spesso viene messo in secondo piano l'aspetto emotivo, l'amore che la gente e in particolare i tiratori mettono verso di essa
, sottolinea. Di Bernardo, della confraternita del SS. Sepolcro. Lo stesso amore che dovremmo mettere per la città, senza preconcetti o personalismi.
Un plauso all'assessore da parte del Sindaco che ha sottolineato come questi si sia mosso per tempo nell'organizzare questo evento, aprendo concertazioni con tutti. Un evento, continua, come quello della passeggiata, che ci ricorda nella persona di Grifone, come Messina sia una comunità mista, e siamo tutti migranti. La Vara, inoltre, è l'occasione per ritrovarci e sentirci tutti comunità, certo mi sarei aspettato una maggiore partecipazione degli sponsor, ma senza costringere nessuno, perché le cose si fanno col cuore.  Quest'anno sarà un ferragosto più modesto, anche se importante è  il coinvolgimento dei quartieri, ma non possiamo permetterci troppe spese, perché ci tengo a ricordare, quando siamo entrati abbiamo trovato le case vuote, ma non ci sano scoraggiati, perché l'unica cosa che ci spaventa è il default spirituale. 
Per quanto riguarda la sicurezza, spiega il responsabile di protezione civile comunale, ing. Rizzo, ci saranno dei punti di assistenza al primo piano del Palacultura e ai PTE del Mandalari e quello vicino la Coin, inoltre, saranno dislocati molti punti di emergenza comunale, secondo il Piano nazionale di sicurezza Gabrielli.
I fuochi
Su questa tematica l'assessore Alagna, volendo stoppare ogni polemica, ci dice, io voglio spiegare che abbiamo fatto una manifestazione di interesse che è durata 35 giorni a cui i Franza non hanno preso parte, per cui che poi mi vengano a dire che abbiamo rifiutato offerte per 12, anzi, addirittura ho sentito parlare di 20 milioni di euro. Io non ne so nulla, proposte ufficiali non ce ne sono state, quindi, i primi 10. Mila euro che ci sono stati a disposizione, perché tanto mi hanno detto che si spende in media per dei fuochi, li abbiamo destinati per fare un bando ad evidenza pubblica, che casualmente si è aggiudicata la stessa ditta che c'era prima. E' stata chiamata negli anni scorsi dai Franza, ma è solo un caso. Alle 23, quindi, come ogni anno si potrà assistere al tradizionale spettacolo dei fuochi.
Potrebbero, però, saltare i fuochi da piazza Cavallotti per una questione di sicurezza. 

Il programma prevede:
sabato 5, alle ore 17.30, in vari luoghi del centro storico, la manifestazione Messina in festa sul mare – Lo spettacolare sbarco di Don Giovanni d’Austria a Messina, Agosto 1571 – IX Edizione, organizzato dall’associazione Aurora;
martedì 8, alle 18.30, le città della Vara, incontro a Palazzo Zanca, tra i sindaci di Messina, Palmi e Randazzo; a seguire, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, la proiezione video sulle Vare; alle 21, a villa Cianciafara, a Zafferia, musica classica con il Quartetto Armonico, per la rassegna Aestatis Fructus, a cura dell’associazione culturale “Sicilia e dintorni”;
da martedì 8 a domenica 13, a Ganzirri, si terranno gli appuntamenti di fede, storia e tradizioni per la festa di San Nicola, organizzati dalla stessa parrocchia;
mercoledì 9, alle 20.30, al Giardino Corallo, “Messina Indie Fest”, organizzato dall’Associazione Mediterranea per la Musica “The Brass Group”, direttore artistico, Mimì Sidoti;
giovedì 10, alle 18, la passeggiata dei Giganti, da via Catania a piazza Fazio, a Camaro Superiore;
venerdì 11, alle 21, proiezioni video sulle Vare, nell’Antiquarium di Palazzo Zanca, e la mostra su Vara e Giganti;
sabato 12, alle 7, il trasferimento dei Giganti da piazza Fazio a Camaro Inferiore; in mattinata sarà inaugurata la mostra permanente Vara e Giganti; alle 17.30, in vari luoghi del centro storico, la Notte Azzurra dello Stretto, notti bianche curate da associazioni e comitati cittadini; alle 18.30, la gara ciclistica, trofeo S.M. Assunta; alle 20, a Gesso, cultura popolare con la V edizione della sagra della porchetta e salsiccia ibbisota, a cura dell’associazione culturale “Gesso la perla dei Peloritani”; alle 20.30, a Salice, la Notte Bianca Salicese, allestita dall’associazione culturale musicale “Banda musicale di Salice”; e sempre alle 20.30, nella chiesa di S. Orsola, un momento di preghiera ed una fiaccolata;
domenica 13, a piazza Unione Europea, la XXXIV Maratona di Ferragosto, dell’A.S.D. Polisportiva dello Stretto di Messina; e alle 18, la passeggiata dei Giganti da Camaro Inferiore a piazza Unione Europea; lunedì 14, alle 20.30, a piazza Castronovo, la celebrazione eucaristica, presieduta da S.E. l’Arcivescovo Mons. Giovanni Accolla, e la passeggiata dei Giganti da piazza Uinione Europea a piazza Castronovo e ritorno; martedì 15, alle 7.30, il montaggio delle gomene al Cippo della Vara; alle 9, i colpi di cannone presso la stele della Madonna della Lettera; alle 11, il solenne pontificale presieduto dall’arcivescovo Mons. Giovanni Accolla; alle 18.30, la partenza della Vara da piazza Castronovo, lungo il percorso la machina votiva farà una sosta lungo il viale Boccetta per la preghiera alla padrona della Città, ed un’altra al Palazzo Arcivescovile, prima della tradizionale “girata”, per l’arrivo a piazza Duomo, dove sarà accolta da S.E. Accolla;
mercoledì 16, alle 17.30, a Gesso, la rassegna popolare ibbisota, dell’associazione giovani e volontari ACLI; e alle 21, a villa Cianciafara, a Zafferia, Giada Salerno e Francesco Emanuele, i Sarva la pezza – musica popolare ed etnofolk – rassegna Aestatis Fructus, spettacoli organizzati dall’associazione culturale “Sicilia e dintorni;
giovedì 17, alle 21, a villa Cianciafara, a Zafferia, la Compagnia siciliana di musici e cantori – musica popolare – rassegna Aestatis Fructus, a cura dell’associazione culturale “Sicilia e dintorni; sempre
giovedì 17 e venerdì 18, a Capo Peloro, Capo Peloro Fest, organizzato dalla Pro Loco Capo Peloro;
venerdì 18, alle 21, a villa Cianciafara, I figghi du cchiappareddu e La coppola nera – canti polivocali di Malvagna e musica etnofolk – Rassegna Aestatis Fructus;
venerdì 18 e sabato 19, a Larderia, il raduno delle bande musicali Larderia 2017, allestito dall’associazione culturale “Corpo musicale Madonna di Dinnammare”;
domenica 20, alle 21, a villa Cianciafara, Sicilia e dintorni – musica popolare siciliana – Rassegna Aestatis Fructus, dell’associazione culturale “Sicilia e dintorni”.
venerdì 4 agosto 2017

Marilena Faranda

    Vai a pagina
    segui il meteo
    lun 21
    28°-24°
    mar 22
    31°-25°
    mer 23
    31°-25°