mercoledì 6 marzo 2019

Lavoro: metà dei dipendenti al Sud guadagna meno del reddito di cittadinanza

Si chiama “effetto spiazzamento” ed è quello che potrebbe avvertire quasi metà (il 45% per l’esattezza) dei lavoratori dipendenti privati del Sud che - conti alla mano - guadagnano meno dei futuri percettori del reddito di cittadinanza da 780 euro. Il numero è contenuto in una dettagliatissima analisi depositata da Tito Boeri, presidente dell’Inps, durante l’audizione al Senato sugli effetti del reddito di cittadinanza così come è stato disegnato nel decreto approdato in Parlamento. Inps che avrà il compito di verificare - in base proprio ai dati in suo possesso - i requisiti dei richiedenti il reddito di cittadinanza. (Fonte: Ilsole24ore.it)